Follow by Email

domenica 24 ottobre 2010

Per Te :-) Uscire dalle nuvole...

E' passato il tempo
dei ciliegi in fiore
ma la tua mano
che mi teneva stretta
ancora la ricordo
e la tua voce
morbida e soave
quando mi sussurravi
di uscire dalle nuvole.

Il mio primo pensiero sei stata tu, e mi è venuto in mente quel giorno quando ci portasti in montagna e c'erano le nuvole basse ed io dovevo provare ad infilarmici dentro. Dovevo sentire quell'alone di ovatta pura su di me, sentire cosa si è, cosa si diventa avvolti in una nuvola e fu bello, ma tu mi richiamasti alla realtà del sole, che di più allieta e mi dicesti che stavo crescendo ed era arrivata l'ora di uscire dalle nuvole. Ancora oggi, dopo tanti anni, ricordo il mio stupore, la mia domanda..."Le nuvole avvolgono, pensi di stare su un altro pianeta, tutto ti appare sfocato e fatato, ma la realtà è qui, è ora, anche se non è ovattata, devi tuffarti nella vita, così com'è, quella tua, che ti appartiene".Mi bastarono queste parole, ed ancora adesso, quando guardo le nuvole penso sia meglio stiano così in alto, come qualcosa di irraggiungibile che poi svanisce, che disegnino, si sfiorino, si scontrino, per poi trasformarsi, oppure andar via portate dal vento..un pò come la vita con le sue mille sfaccettature. :-)
Grazie:-)

lunedì 11 ottobre 2010

AUTORITRATTO :-) ed autocompiacimento;-)+ bucatini con zucchini e ricotta.

Sono piccola e fragile
il vento mi accompagna dal mattino
il sole dai monti fa capolino
il mio habitat è la notte
dove scrivo e pennello
il mio colore è il rosso dell'aurora
come i miei capelli..un tempo
il mio viso è minuto-ovale-spigoloso
non sono tanto alta di statura
il mio elemento naturale è il mare
dove sogno pirati e naviganti
il mio film preferito
è quello non comico dove si parla solo
di vita vissuta
amo il teatro e i guitti
il mio sogno nel cassetto un palcoscenico
dove recitare la mia virtù è la sincerità
il mio difetto è essere me stessa sempre..

Una cara amica dice che mescolo pensieri e ricette, a volte mi riescono, ma anche no...ecco questa è semplice per 4 o più persone.
Ingredienti
400 gr.bucatini,4/5 zucchini di media grandezza, 200 gr.di ricotta,olio exv.cipolla
svolgimento:
far rosolare gli zucchini con olio e cipolla tagliata a julienne, lessare la pasta al dente, scolarla molto bene, riporla di nuovo nella pentola,aggiungere il sughetto e la ricotta, far amalgamare sul gas, a piacere aggiungere un pò di peperoncino.

Cari amici vicini e lontani viviamo tempi difficili dove l'idea della pace è utopia pura, ma l'amicizia potrebbe essere il primo passo per evitare che si degeneri..niente armi, aerei solo per viaggi in compagnia, aquiloni che portano messaggi da un paese all'altro e tanta armonia che deve nascere, perchè un mondo migliore è possibile, io comincio a sperarci, non siamo soli e non siamo i soli a voler volare:-)

sabato 9 ottobre 2010

AUGURI.....

Oggi è il tuo compleanno, solo 28 anni, sembrano tanti, ma non è così..Ricordo ancora quando venivi a studiare a casa mia per la maturità e proprio in un piccolo intervallo che ogni tanto ci concedevamo, cominciammo a fare zucchini ai ferri:-))Ricordi? Il gas non si accendeva,usasti l'accendino e poi te lo dimenticasti vicino ai fornelli e dopo un pò prese fuoco con uno scoppio che ci sembrò enorme, nel silenzio della cucina invasa solo dai tuoi libri. So che mi ricordi, come si ricorda una vecchia zia a cui si promette una visita di cortesia, ma non preoccuparti, viviti la tua vita, vorrei solo che fossi felice, anche se non dovessi vederti per anni...Per me sei stato un pò come il figlio piccolo e bisognoso di cure e coccole, quello più grande era sempre stato così sicuro di sè, così maturo. Tu invece avevi a volte delle frasi che mi lasciavano a bocca aperta, sai, conservo ancora i tuoi disegni, le dediche dei libri che mi hai regalato ed i tuoi pensieri più profondi. Con me, dicevi, non facevi fatica ad esternare i tuoi stati d'animo, anzi, non ero tua madre, ma un pò un'amica. Auguri caro Lucciolo:-)

lunedì 4 ottobre 2010

UN GIORNO NUOVO :-)

Cammino a piedi nudi, per non fare rumore e ti regalo ancora
un giorno nuovo. Indosserò il mio sorriso più bello e ti verrò incontro
sul viale del tramonto, attraverseremo insieme il ponte, sulla barca dei sogni
che abbiamo accarezzato...
Ora l'alba è arrivata, rincorsa dalla notte fedele al suo richiamo e
si schiarisce il borgo.
Non siamo un passaggio sterile in questa terra di nessuno, ma
uno sguardo più attento può fermare il tempo dell'inganno...

Cari amici vicini e lontani vi auguro una bella giornata e quando piove ed un pò di tristezza vi assale ascoltate la canzone che è dentro di voi:-)