Follow by Email

mercoledì 28 novembre 2012

Storia di E.

Era stato un ragazzo come tanti, pieno di sogni, di aspettative, aveva studiato tanto, conosceva tre lingue e l'azienda presso cui lavorava lo mandava spesso in giro per il mondo perchè era un tecnico specializzato per il funzionamento di macchinari nelle fabbriche..Ma un giorno decise di ritornare dalla Cina, dove era stato 5 anni, si sedette su una panchina al parco ed iniziò a bere. Una persona gentile, attento, parlava con pochi, ma tutti gli volevano bene perchè non dava "fastidio", non chiedeva soldi, ma giorno per giorno la sua vita si spegneva. Un mattino, più freddo del solito qualcuno chiamò l'ambulanza, rischiava il congelamento, fu così che venne ricoverato in ospedale e ci stette tre mesi, per una grave infezione ad una gamba.E qui avvenne il miracolo. Molte persone nel quartiere si attivarono per trovargli una casa, gliela arredarono, gli riempirono il frigorifero e quando tornò ebbe un tetto e degli amici. Sembra una storia di Natale, dove tutti si sentono più buoni, l'amico silenzioso cambiò vita, certo continuava a bere, forse un pò meno, ma quando lo si incontrava in giro, con la sua borsa della spesa ci si accorgeva che era un altro. Due matrimoni falliti, una figlia in Cina, una qui a Torino, psicologa, che non volle mai rivederlo..e lui la cercava. C'era ancora tanta tristezza nei suoi occhi, ma le poche volte che parlava con qualcuno diceva di sentirsi molto solo, ma era vivo, qualcuno sosteneva che si fosse salvato. Ancora oggi, dopo tanti anni io mi chiedo: salvato da chi?

lunedì 19 novembre 2012

Turin Marathon 2012 ..

Un evento che non mi perdo mai, passa sotto casa , questa volta eravamo in tanti ad aspettare gli atleti, uno in particolare, per cui facevamo un tifo da stadio:-) La maratona è un momento importante, mi è stato detto che correre apre la mente, fa stare bene con se stessi e con gli altri..

giovedì 8 novembre 2012

Un atollo alle Maldive


A volte si ha bisogno di un'isola deserta, piccola, con poche noci di cocco, pesce in quantità ed il sorriso luminoso del sole. Quando si comincia a perdere qualche ricordo, quando è difficile riportare alla mente qualcosa che si riteneva importante..ecco che compare un pizzico di malinconia, dolce, lieve, con cui librarsi ed allontanarsi per un pò..Ma non per chiudersi a riccio, bensì per assaporare al meglio quello che ci circonda.  per poter continuare a sognare...

Ed ecco già il merlo
che banchetta in giro
e non ha paura
dell'inverno che incombe
lui sa volare
e cerca con un battito
d'ali... lieve
il sorriso del giorno.