Follow by Email

martedì 29 gennaio 2013

Il cane che vede anche per il fratello cieco..

Gonzo è un cane cieco ma è fortunato: il fratello Poncho lo aiuta quando ci sono difficoltà lungo i percorsi. Questa è la storia di due cani da slitta del New Hampshire, che gareggiano sulla neve e portano i turisti a spasso. Bisognerebbe prendere esempio da queste storie, che colpiscono, per la loro spontaneità ed amore. Spesso m'incanto... Adoro gli animali, ma anche gli uomini che dimostrano col loro cammino semplice la bellezza della fratellanza.

13 commenti:

nucci massimo ha detto...

Mi chiedo se senza l'aiuto dell'uomo quei due animali si sarebbero aiutati lo stesso.
Esiste il volontariato canino o è necessario che l'uomo faccia scattare la scintilla?
Forse esiste ma non nella misura che vediamo in questo articolo e comunque se è necessario l'aiuito dell'uomo vuol dire che siamo grandi anche in questo.
Capita anche che siamo grandi anche nelle nefandezze
e allora ce lo facciamo ricordare dalle giornate della memoria.

il monticiano ha detto...


Dagli amici cani una vera lezione per noi umani.
Un caro saluto,
aldo.

Luca and Sabrina ha detto...

Queste notizie ci commuovono in modo unico e chi dice che i cani sono solo cani senza nè cuore nè anima è davvero una persona misera.
Un bacione grande da Sabrina&Luca

Caterina ha detto...

Ciao Riri, gli animali ci dimostrano una grande lezione di vita!La lezione della fratellanza come dici anche tu. É bellissima e commovente la tua storia.
Ho letto poco fa di una gattina che ha partorito ed i cani dello stesso cortile hanno sorvegliato i micini, e spesso li hanno difesi da attacchi di animali estranei:)
Baci e buona serata

Lara F ha detto...

Come non commuoversi leggendo queste storie di amore e fratellanza?
Grazie cara Riri e un abbraccio,
Lara

Kylie ha detto...

Ma che bella storia! A volte gli animali sono fantastici.

Buon mercoledì!

Gabry ha detto...

Buongiorno Rirì.... una storia questa che commuove e fa riflettere ... gli animali ci sorprendono sempre e spesso ci confermano che le bestie alla fine siamo noi.

Finalmente questa notte ho rivisto il letto dopo tre notti passate sul divano giù... la principesse sono in via di guarigione ... ogni tanto cercano di strapparsi qualche punto, ma per fortuna con pochi danni visto che la ferita è quasi cicatrizzata.

Un abbraccio!

Luigina ha detto...

Abbiamo tanto da imparare dagli animali. Questa storia mi riconcilia un po' con gli uomini,da alcuni dei quali cani e gatti non hanno proprio niente da imparare, come da questi idioti che hanno fatto questa bravata

Luigina ha detto...

vedo che il link non funziona copia e incolla questo http://www.giornaledibrescia.it/in-provincia/bassa/strage-di-gatti-a-maclodio-avvelenati-24-mici-1.1524255

Caterina ha detto...

Ciao Rir, ora ti mando solo una buona notte! Domani programma Adamino che riceverá di nuovo delle iniezioni obbligatori per i bambini di tre mesi. Poi passeggiata al sole?:). Baci

Pupottina ha detto...

un messaggio di forza e di umanità che giunge dagli animali. sembra strano, ma tante volte sono più umani loro degli uomini che rapinano, uccidono, violentano e di peggio in peggio. sono adorabili questi due cani.

Pupottina ha detto...

p.s. sono contenta che leggi Micro. peccato non averlo letto in contemporanea per scamiarci pareri a caldo. Viaggio veramente poco da più di un anno a questa parte e al momento, sono lontana dal blog perché ho accettato un lavoro temporaneo che mi impegna di più, ma passato questo periodo tornerò anche io alle mie abitudini. Un abbraccio

Caterina ha detto...

Buona notte dopo una giornata soleggiata quasi primaverile passata con i miei Colombi e Colombino! Baci