Follow by Email

lunedì 14 dicembre 2009

IL PEPERONCINO PICCANTE...mille usi e consumi :-)



Amo i peperoncini, ne ho piantato diversi tipi, questo è di origine pugliese, una spezia piccante e dalle mille sfaccettature:-) Allora vi proporrò una ricettina veloce e gradevole:-)
risottino con carciofi a modo mio:
tagliare 2/3 carciofi a spicchi, tenerli a bagno in acqua e farina (un cucchiaio) per un pò, si toglie l'amaro e non diventa scuro, dopo una decina di minuti riporli in una teglia con pomodorini a pezzi, aglio,olio evo, prezzemolo e..peperoncino piccante (alla fine cottura). Dopo aver fatto rosolare pochi minuti aggiungere il riso (una tazzina e 1/2 per ospite), far cuocere a fuoco lento ed aggiungere brodo dii dado biologico bollente..servire caldo con l'aggiunta di pecorino romano a fettine su ogni piatto..buon appetito.

Cari amici vi auguro un bell'inizio di settimana e ricordatevi..contro il malocchio di tenere sempre a portata di occhio un rametto di peperoncini piccanti, di qualsiasi regione o nazionalità, non ha importanza, il risultato è garantito:-) Come ormai ben saprete dico sempre di non essere superstiziosa, ma non è vero!! Quindi conservo con cura un ferro di cavallo donatomi da un amico (un secolo fa), un cornetto con annesso gobbetto :-), un mazzo enorme di peperoncini rossi e verdi (bianchi non ce ne sono, altrimenti facevo la bandiera):-) e per finire pacchi di sale in quantità:-))...un abbraccio a tutti.

martedì 8 dicembre 2009

DELFINO



Affascinante e gioioso, piace ai bambini ed ai grandi, non fa paura e mangia dalle mani di chi vorrebbe imboccarlo...ma Delfino è anche un nome dato dagli amici ad una persona speciale.
Delfino è segno di libertà interiore, di tuffo nel mare, di parole lasciate al vento ma che ritornano e si posano lievi per dar voce a chi non ne ha..Delfino potrebbe essere un inno, la gioia di vivere, il nome che si può dare al'amicizia vera, senza inutili fronzoli e protagonismi.
Ho messo questa foto (regalata a tutti noi da Milo) perchè mi ha colpito in modo particolare e la trovo straordinaria nella sua semplice immensità.
Ciao a tutti

sabato 5 dicembre 2009

BUON FINE SETTIMANA..:-)



Stanotte ho sognato Napoli e mi è venuto in mente questo brano del grande Eugenio Bennato, dedicato a chi si sente sempre al sud del mondo, a chi lo ama, a chi crede ancora in un nuovo giorno..a tutti voi, dal nord al profondo e bellissimo sud:-)))

giovedì 26 novembre 2009

LE STORIE...Pasquale anni 92 ed una boccata di ossigeno:-)

E' imprevedibile nel suo modo di fermarmi quando ci incontriamo, a volte mi tiene un braccio sulla spalla, altre mi chiama dicendomi che corro troppo..ed ha ragione, come non potrebbe averne? Lui ha attraversato indenne due grandi guerre, tornato dalla Russia ferito, approdato a Torino dalla Sicilia, amata terra anche un pò mia:-) Stamattina mi ha detto che non capisce più la gente, che gli italiani sono cambiati, che quello che prima era bene adesso è male, incuria, indifferenza...quasi commosso Pasquale mi parlava, poi mi ha sorriso, con il volto espressivo e saggio, le sue parole che non lasciano indifferenti, il suo sguardo intelligente ed attento..Stamattina avevo proprio bisogno di incontrarti, di ascoltarti per capire che esistono ancora persone integre nella forza, nei sentimenti, nell'ironia sottile..Mi ha chiesto cosa si può fare, un ex partigiano ancora diritto come un giunco, nello sguardo e nel suo incedere lento ma deciso..Pasquale, cosa possiamo fare? Ci vogliono grandi saggi, grandi idee o bastano delle persone come te? Mi ha sorriso, sì, qualcosa cambierà..lo so, lo sente anche e soprattutto lui, il mio caro amico, classe 1917 :-))

sabato 21 novembre 2009

SI VIAGGIARE ..ED ASSAGGIARE TAGLIATELLE PAGLIA E FIENO A MODO MIO:-)



Girando in auto a volte mi prende la voglia improvvisa di immortalare un attimo, qualcosa che mi colpisce, senza un motivo specifico, solo così, per il gusto di farlo..ed è un pò come la voglia di pasticciare in cucina, quando non so cosa fare e non avendo programmi mi vien fuori qualche "pasticcio", solo per pochi intimi, perchè non sempre può piacere un piatto "senza regole nè salsine":-) Ieri era uno di quei giorni un pò no, capita ogni tanto, il cielo del mattino un pò grigio, un pò spento, mi mette a volte un senso di inquetudine, poi mi passa, (devo ancora abituarmi al clima di Torino), dopo tanti anni mi stupisco ancora della nebbia:-), ed ecco allora che apro il frigo e con quello che ho a disposizione invento, sì, perchè le mie ricette sono quasi tutte così..

ingredienti:
tagliatelle paglia e fieno,
zucchini piccoli,
speck, olio evo, cipolla, peperoncino
pecorino romano.
Tagliare a dadini gli zucchini con una cipolla e farli rosolare a fuoco lento,
a metà cottura aggiungere lo speck tagliato a cubetti e dopo 5' il pecorino
romano tagliato sottile, far amalgamare bene, cuocere le tagliatelle al dente,
versarle nella padella con il sugo, far saltare sul fuoco vivace ed aggiungere un pò di peperoncino.
Ciao a tutte/i vi auguro un buon fine settimana, non so perchè sento il malessere del dirigente ahahah, il sabato o puntualmente la domenica mi prende un mal di testa, forse perchè mi fermo e si sa che chi si ferma è perduto:-))

lunedì 16 novembre 2009

NON E' POSSIBILE !!!!! :-)))

Tra i libri ricevuti in dono, maròòòòòòòò, ce n'è uno che si chiama "presagio triste", come augurio di buon compleanno è eccezionale!!! Ma dico io, perbaccolina, è possibile che non mi conosciate affatto? Dopo tutti questi anni di amicizia e devozione, mi devo beccare questo? No, mi rifiuto di leggerlo!!!Un altro libro meraviglioso, tutta una scoperta è stato: la donna che perse il cuore" ahahahah, ma dico io, vi sembro una persona che abbia bisgno di questi tipi di consigli dati sotto forma di regalino? E ditemelo apertamente, pensate che abbia bisogno di stimoli ahahah, ma questo tipo di sollecitazione mi urta a dir poco..per fortuna che qualcuno mi ha donato " benvenuta malattia", con quello sì che mi divertirò un sacco.:-))))..Pensare che pensavo, ma dai, è meglio non pensarci mi dice il boss...fai un bel caffè e sorridi, tanto è lo stesso:-)) La gente pensa di sapere tutto di noi......ma se non mi conosco neanche io!!!
Grazie miei cari amici della vostra gentile presenza e mi raccomando, se in futuro vorreste regalarmi un libro, bè..vi mando dal mio libraio preferito che è pure un pezzo di ragazzo colto, giovane,aitante ecc.. è in piazza castello, un posto meraviglioso:-) Baci e saluti e salute;-)

domenica 8 novembre 2009

SOGNO O SON DESTA?

Stanotte ho fatto un sogno strano ma angosciante. Ero in viaggio con my boss, una spiaggia isolata e remota, dove prendevo il sole leggendo come faccio di solito), turisti pochissimi, ad un tratto vedo avvicinarsi una donna da urlo (visivamente parlando), alta, sui 40 anni, magra, occhi verdi, capelli lunghi e biondissimi che rivolgendosi al boss gli si avvicina con le braccia aperte e lo abbraccia sussurrando il suo nome. Uè,- mi son detta,- è questa da dove sbuca? Sono rimasta immobile sul mio asciugamano ed ho sentito che la stangona gli diceva che il loro bambino aveva ormai 11 anni, era ora che lui lo conoscesse. Ho guardato il mio compagno e l'ho visto confuso, felice, elettrizzato. Un vero macho, a cui una donna di quella statura :-) dice di essere padre, dopo una relazione durata chissà quanto tempo,alle mie spalle...Mi sono allontanata e dopo un pò lui mi ha raggiunto ed ha cominciato a preparare le valigie per andarsene con lei, naturalmente chiedendo il mio consenso-assenso....A questo punto mi son svegliata ed ho pensato: maròòòòò, ma anche nei sogni mi capita di dover decidere per gli altri? :-) Mi sono un pò arrabbiata, poi svanito il sogno suo :-) sono ritornata alla realtà ed ho iniziato il mio solito quotidiano esercizio di casalinga, però una domanda mi è sorta spontanea: ma se capitasse una casa del genere come reagirei? Bè, ho tantissime padelle, padellone e palette..penso che lo riempirei di mazzate:-)))

giovedì 5 novembre 2009

LUCE...AMICIZIA E PACCHERI PASTICCIATI :-)



Amo la notte, dove a volte il silenzio fa un rumore lieve, adoro l'alba, quando regala momenti così intensi..
Stamattina ho pensato a cosa sia l'amicizia "virtuale", forse perchè mi ha colpito l'articolo della Stampa che parla del primo ospedale italiano che cura la dipendenza da internet, penso che tutto debba avere un limite, ma "navigare" con cautela può essere una cosa carina, giocosa e trovare degli amici virtuali è bello! Ho conosciuto delle persone splendide, con cui è nata una bella amicizia, iniziata piano, con scritti, mail telefonate, poi ci siamo visti ed è sorta una reciproca simpatia:-) Trovo che non bisogna demonizzare la tecnologia, che nonostante le critiche, va avanti, bisogna farne buon uso:-) Viva l'amicizia:-)

PACCHERI PASTICCIATI per 4 persone

1/2 kg. di paccheri lisci (li preferisco così, ma ci sono anche rigati)
olio evo,aglio, olive, capperi, sale, peperoncino, pancetta affumicata, broccoli e cavolfiore..
lessare prima i broccoli ed un cavolfiore, utilizzarne una metà, tagliarli a pezzetti in un padellone, aggiungere olio, pezzetti di pancetta ed aglio
far rosolare, far lessare i paccheri (al dente), scolarli bene e versarli nelle verdure, far saltare il tutto sul gas, con l'aggiunta di peperoncino, olive ed una manciatina di capperi, controllare se va aggiunto un pizzico di sale e voilà il gioco è fatto:-)
Buon appetito, care amiche ed amici, vi ringrazio che siete qui e bando alle chiacchiere dei giornali, l'amicizia è bella e va curata, vi piace questo piatto? Altresì possiamo modificarlo. Baci a tutte/i e buona e serena giornata:-)

sabato 24 ottobre 2009

INNO ALL'INNOCENZA E SEPPIOLINE A MODO MIO:-)

Eri lì in attesa, fonte di luce, mi aspettavi ridendo con la manina tesa verso la porta: sì, oggi usciamo..scintille di diamanti nei tuoi occhi da favola. Ti ho messo il cappellino nuovo, quello peruviano, che ti fa ridere, che togli ad ogni istante..è blu, sì, blu come il mare, quando si confonde col cielo, come la voglia di vivere, di immeggersi in questa nuova scoperta che per te è un gioco. Immagino quando mi chiederai il perchè di ogni cosa ed io, che non sempre sono paziente ti spiegherò a modo mio e darò un senso alle tue domande e tu già dai uno scopo nuovo alla mia vita. Se vuoi sarò il tuo mentore, ti accompagnerò, quando lo vorrai, nei tuoi viaggi, ti ricamerò fiori sui berretti, lettere sui golfini e tante parole che forse non capirai, ma un giorno avranno un senso. Ti darò la mano, finchè potrò in questo cammino arduo che è la vita, coi suoi scogli, che basta conoscere, cercherò di non farti avere paure, voleremo insieme in terre sconfinate che ci aspettano, ti porterò a vedere i canguri, che tanto ti piacciono e gli orsi, gli uccelli che stai imparando a conoscere ai giardini...Tu sei il futuro ed io sarò il tuo passato, ma ricorderai, le nostre corse insieme, i nostri giochi, mi chiamerai per nome, se lo vuoi, mi guiderai se io ti guiderò, e mi amerai, così, con l'innocenza della tua fanciullezza, delle tue prime parole squillanti..mia vita.



Seppioline a modo mio:-)

4 etti di seppioline
patate 3/4
piselli surgelati, pomodori 2, aglio,prezzemolo, olio evo, vino bianco,1/2 bicchiere
Tagliare le seppioline e farle rosolare in una padella con aglio, olio,vino, a fuoco
vivace, dopo 10' aggiungere le patate tagliate a tocchetti ed i piselli dopo averli fatti scongelare, un pizzico di sale, i pomodori tagliati a tocchetti, quindi continuare la cottura ancora per una decina di minuti, alla fine aggiungere il prezzemolo ed un pizzico di peperoncino.
Se si asciugasse un pò annaffiare con un pò di acqua calda.

Cari amici buon fine settimana, se tutto va bene stasera non ci sono, ho un invito a cena:-), ogni tanto ci vuole..ma giuro che vi penserò, per la prossima ricettina, intanto vi auguro calore, amicizia,stupore ed un pizzico di meraviglia per quello che ci circonda, che è bello, basta saperlo cogliere:-)

sabato 10 ottobre 2009

INVITO A CENA: PORCINI E SEPPIOLINE:-)



Questa mattina mi son svegliata "o bella ciao, bella ciao,ciao,ciao" :-) ed ho chiesto a my boss di comprare ancora un pò di frutta. Lo scugnizzo se n'è tornato con i porcini allora visto che stasera ho 2 vipss..:-) a cena, vi presento il menu.
Ingredienti:
funghi porcini
seppioline
aglio, prezzemolo,evo, un pezzetto di peperoncino
2/3 pomodori maturi, sale q.b. 1/2 bicchiere di vino bianco secco
pulire e tagliare a pezzetti le seppioline, riporle in una padella grande (padellone) :-), con 1 spicchio di aglio ed olio abbondante, spruzzarle col vino far rosolare ed
aggiungere i pomodorini tagliati, cuocere a fuoco lento per 20', poi aggiungere
i porcini tagliati , amalgamare con una paletta di legno, dolcemente ed alla
fine dopo 10' aggiungere prezzemolo e pezzetti di peperoncino.
Preparare un risotto al dente con gli altri porcini, una crostatina di mele, un bicchiere, ma anche 2 di vino a piacere (io amo il dolcetto), ma anche i vini bianchi andrebbero bene.
Questa ricetta è per i vegetariani che mangiano anche pesce, personalmente mangio pochissima carne, mi piace un pò di tutto, ma per i miei amici, che arrivano da molto lontano ho deciso per i funghi, perchè ne sono ghiotti:-)
Vi auguro un buon sabato, io come al solito farò cenerentola, sempre in cucina ahahah, però a dire il vero è il posto che amo di più, poi ho una vista sul cortile-giardino e ci sono ancora delle rose:-))..poi c'è la mia musica... ho sempre sentito dire che chi non mangia in compagnia o è un ladro o una spia....però a volte è così bello essere soli con se stessi per un paio di ore...da questa voglia di riflessione nacque tanti anni fa una cuoca in..provetta:-))))
I funghi sono belli ne?

lunedì 5 ottobre 2009

LASAGNE VEGETARIANE DELL'AMICA BLOGGER LUIGINA.:-)

Ingredienti per 4 persone:
- per il "ragù" vegetariano:

3 zucchine medie tagliate a julienne,

3 carote tagliate a julienne,

2 porri sottilmente affettati,

5-6 cucchiai di olio e.v.,

sale, pepe q.b.
- lasagne 1 confezione ). Io uso sfoglia velo Rana, sottilissime e ottime. Bisogna calcolare 4-5 strati di pasta
- 600 ml di besciamella piuttosto liquida (fatta con circa 600 ml di latte, 40 g di burro, 3-4 cucchiai di farina ).

-Noce moscata.
- Parmigiano grattugiato,

- qualche ricciolo di burro.

Prima si prepara la besciamella, morbida. La si profuma alla fine con la noce moscata.
Il ragù: si soffriggono i porri nell'olio fino a renderli dorati poi si aggiungono le verdure. Bisogna, su fuoco molto vivace, rosolare queste ultime badando che l'acqua che emettono venga man mano ad asciugarsi, per circa 10 minuti. Devono restare però al dente. Si preleva una tazza di besciamella e la si unisce al ragù per ottenere un composto che sia facilmente spalmabile sulla pasta, eventualmente aggiungendo anche qualche cucchiaiata di latte.
Nella teglia imburrata vanno messi nell'ordine: un mestolo di salsa per ungere il fondo della teglia, la pasta, uno strato di circa un centimetro di ragù di verdure, parmigiano abbondante, pasta, salsa besciamella, parmigiano abbondante ecc.fino ad esaurimento degli ingredienti. L'ultimo strato prevede sopra al ragù poco burro e ulteriore nevicata di parmigiano. In forno a 180 per 40 minuti circa.
Se fosse restata della salsa si può tranquillamente mescolarla al ragù per fare l'ultimo strato, in modo che non avanzi niente.
Con questa qualità di lasagne non è necessario lessarle prima.

sabato 3 ottobre 2009

SIAMO CIO' CHE MANGIAMO'? DEDICATA AGLI AMICI VEGETARIANI:-))

I Pitagorici teorizzavano il regime vegetariano come pratica di vita sana, Aristotele nella Metafisica ci ricorda che la filosofia nasce quando l'uomo ha risolto i suoi bisogni primari, Platone amava mangiare bene: olive e fichi secchi ma nella "Lettera settima" accusava i Siracusani di mangiare 3 volte al giorno, Epicuro la cui figura è abbinata a sproposito ai piaceri alimentari ed ai bagordi è quello che più mi somiglierebbe:-) Diogene raccomandava la frugalità dei pasti ( mi sta un pò antipatico) :-), molti filosofi e scrittori raccomandano ancora oggi una alimentazione alle "erbe". Seneca, uno dei miei preferiti amava una cucina poco elaborata semplice e genuina, Friedrich Nietzsche i cui primi sintomi di follia si manifestarono a Torino (marò io speriamo che me la cavo):-)amava la cucina piemontese,piatti poveri e nutrienti,come dargli orto? Si narra che Jean-Jacques Rousseau rubasse i famosi rubatà (grissino tipico nostrano doc) e per chiudere il filosofo tedesco Immanuel Kant quando assaggiava un piatto di suo gradmento chiedeva la ricetta (proprio come faccio io quando sono in giro), questo sì che è simpatico.:-)
Io non credo in questa teoria, è vero che in genere è dotato di molta spiritualità chi si nutre in modo frugale? Conosco conventi dove si mangia da Dio:-) E voi, cosa ne pensate? Io amo cucinare, quindi amo mangiare bene e di tutto, mi piace essere creativa nei piatti e nel rispetto dei gusti degli amici che siedono al mio desco.
Oggi vi presento un piatto alle "erbe" :-) dedicato agli amici vegetariani:

risotto alle erbe per 4 persone
ingredienti: riso 1 tazzina e 1/2 a persona
zucchini 3/4
melanzane 2 media grandezza nere e lunghe
cipolla di tropea 1
una tazzina di latte magro,pecorino sardo grattugiato,
olio evo, sale poco un dado biologico alle erbe
1 patata piccola
1 etto di pisellini ..
in una pentola far sciogliere il dado e tenere in ebollizione
in una padella alta tagliare le verdure a dadini con la cipolla, aggiungere poco olio, il latte e far rosolare 5', quindi versare il riso e farlo cuocere a fuoco lento aggiungendo il brodo necessario, a cottura ultimata versare nella pentola dei pisellini precedentemente lessati, il pecorino grattugiato, amalgamare e servire con l'aggunta di un pezzettino di peperoncino piccante e buon appetito.:-))

Filosofia napoletana:
mangiare bene, in compagnia, in allegria senza incenso, ma bollendo chiodi di garofano in un pentolino, bere un bicchiere di buon vino, un dolcetto, un caffè, un moscato fresco , una musica dolce come sottofondo..a scelta ed il vostro sabato sera sarà perfetto:-)))Poi ditemi che non vi penso nè?

sabato 26 settembre 2009

CALAMARATA DA NICOLA E ROSY:-)

Ero in ufficio con i miei collaboratori , si parlava di sorprese ed io ho pensato di farne una a mia sorella e mio cognato: arrivare a casa loro all'improvviso e senza preavviso:-) la mia segretaria mi ha accompagnata dicendomi- " signora Giulia io l'aspetto, perchè se non ci fosse nessuno la riporto a casa". Erano le 18,30 quando siamo arrivate ed all'incrocio col semaforo ho visto un gruppetto di persone, un passeggino con un angelo biondo ed un cane col suo dogsitter:-), ho suonato il clacson più volte ma nessuno mi degnava di uno sguardo, sono stata costretta a scendere ed a farmi riconoscere. La scena è stata molto simpatica, si sono riversati tutti sulla strada bloccando il traffico, cane compreso, naturalmente Nicola non ha perso l'abitudine di abbracciare le belle donne ed A. lo ha stretto forte, erano anni che non si vedevano, dopo i saluti siamo approdati all'isola che non c'è :-))
"Aggiungete un posto a tavola", ho detto ai ragazzi che avevano già un rospo (ospite), la cuoca ufficiale dell'isola si è data molto da fare ed ha preparato una cenetta con i fiocchi:
penne con zucchine, frittura mista di pesce, peperoni arrostiti e funghi porcini, il tutto annaffiato da un buon vino bianco.
Ecco invece il piatto che ho preparato per pranzo.,oggi.Ingredienti per 4 persone,
pasta calamarata di Gragnano 320gr.
una fetta di pesce spada
una fetta di ventresca (pesce)
una fetta di palombo
una fetta di salmone
una porzione di gamberetti
2 zucchini, sugo di pomodoro fresco
prezzemolo, aglio, cipolla, olio evo, sale
tritare i gusti e soffriggerli, aggiungere i pomodori spellati, dopo 10' adagiare le fette di pesce
e verso la fine i gamberetti già lessati e sgusciati.
In un padellino rosolare le zucchine a rondelle e versarle nel sugo di pesce.
Lessare la pasta al dente, scolarla ben bene e farla saltare in padella col sugo, mescolare ed aggiungere del peperoncino piccante ed un trito di prezzemolo fresco.
Portare in tavola e ..buona calamarata .
Ciao a tutti, buon fine settimana, stasera a cena con le sorelle di Nicola ed i propri accompagnatori, finalmente chiudiamo la cucina:-))
La vostra Giulia-)

domenica 13 settembre 2009

Domenica frizzante:-) e filetti di persico....

Accusavi la vita
con lo sguardo
perso
in spazi solo tuoi
solo la tua mano tremante
con la sigaretta spenta
sembrava
chiedesse pietà
assorta
la tua tristezza
antica che ci vedeva
complici...

Oggi cucinerò dei filetti di persico ecco la ricetta:
persico 2/3 filetti
cipolle di tropea
pomodori maturi
olio evo peperoncino sale
in una padella far rosolare la cipolla di tropea a tocchetti con abbondante olio,
dopo aggiungervi i pomodorini spezzettati e farli cuocere pochi minuti, quindi riporre i filetti (se grossi tagliarli a metà), farli cuocere pochi minuti salarli e girarli adagio, a fine cottura aggiungere il peperoncino:-)

Buon appetito e buona domenica da una Torino stupenda, magica e ricca di risorse...un pò mi somiglia:-))

giovedì 10 settembre 2009

SOLE...:-))

Oggi è una giornata fresca, fin troppo. Le temperature sono scese di 10 gradi, questo non è un bene, in generale, l'organismo si deve abituare a climi diversi dal mattino alla sera. Certo l'ideale è questa temperatura, in quanto permette di fare passeggiate, andare in giro senza sudare penosamente.

Stamattina infatti ho fatto un giro molto carino, sono andato a far visita ad una vecchia amica, non la vedevo da un anno..lei non è molto cambiata, anche se dice il contrario, il suo viso è sempre grazioso e quasi allegro, lei non fa l'elenco delle sue numerose pene, le ha tutte dentro, ma io che la conosco da una vita so quante ne ha e quanto grande sia la forza che la contraddistingue. Ora che è rimasta sola ha preso un cane, diciamo che non è stata una sua scelta, gli è stato quasi imposto dagli eventi e si sa...Il suo vicino è andato via, si è trasferito in un altro stato e lei si era molto affezionata sia a lui che al suo bel cane: un bellissimo pastore tedesco!! Quando ha saputo che se ne andava ci è rimasta un pò male, con lui lunghe serate a chiacchierare, a sorseggiare un buon bicchiere di vino, scambio di piatti deliziosi e poi l'amicizia nata a poco a poco. Sì, perchè la mia amica è una che non dà tanto facilmente "confidenza", come diciamo noi napoletani, lei deve prima capire l'animo umano, allora aveva scoperto un uomo delizioso, pieno di piccoli difetti, ma chi non ne ha? Quando poche sere fa le ha bussato alla porta, alla sua maniera, tre tocchi delicati con le nocche, lei gli ha aperto subito e nonostante fosse tardi lo ha fatto entrare..Lui l'ha subito messa al corrente del trasferimento e poi timidamente le ha sussurrato: ed ora chi si prenderà cura del mio Sole?- A momenti piangeva, lui un uomo grande e grosso, una specie di armadio e braccia come rami di una quercia antica...Lo ha guardato e subito, lei così riflessiva, gli ha detto che il Sole sarebbe stato suo ospite, fino al suo arrivo.

sabato 5 settembre 2009

Mi è arrivato il portatile:-)

E' per il mio compleanno, ma largamente in anticipo, adesso devo studiarlo, cercare di capire come fare ad usare un aggeggio così piccolo, anche per le mie minute mani.
E' un regalo che aspettavo, ma mi ha commosso, a volte penso di non meritarmi tutto questo affetto, io ho un caratteraccio!!Devo avere sempre l'ultima parola, non riesco a tenere a freno la lingua e se qualcuno fa una battuta idiota, invece di ridacchiare, come farebbero tutti "cortesemente", io glielo devo proprio dire!!Ci sarà mai un rimedio? Non saprei, spero in un vostro cortese suggerimento, perchè di consigli non se ne parla, ho il mio consigliere spirituale, basta ed avanza. E' un amico carissimo, che ha una pazienza infinita, sarà perchè mi conosce bene, non mi manda mai a quel paese, come si dice qui ed anche lì, vero?:-)) Occorre però spezzare una lancia in mio favore, sono generosa e mi piace condividere quello che "creo" con gli altri, se faccio dei cappellini inondo gli amici ed i conoscenti di lunga data. C'è poca gente in questo quartiere così multietnico, multiforme, multato (ci hanno messo un autovelox che è una manna per il comune di Torino:-(,che non ne ha almeno uno; comunque, dicevo, mi piace vedere indossare questi miei modelli, adesso sto preparando la collezione autunno-inverno:-))
Ciao amiche et amici, vi auguro un buon fine settimana ed un dolce settembre.

martedì 18 agosto 2009

INCONTRI :-)



..poi tutto ha una fine, la vacanza, la condivisione, le nuove conoscenze, tutto si perde e si affievolisce col ricordo.
Ho incontrato Carlo Fruttero, uno scrittore quasi timido, un pò vecchio e tanto saggio, gli ho stretto le mani, ci siamo parlati un pò, lui sussurrandomi "sono vecchio", io dicendogli "è una persona meravigliosa", ho letto molti suoi libri, quelli con la sua collaudata ditta Fruttero & Lucentini, ora è rimasto solo con la sua grande cultura, la sua conoscenza del mondo e la sua bellissima bici con cestino pieno di quotidiani.:-)mamma mia, che emozione, son fatta così, mi commuovo, ma lui scrive così bene:-)

Ho trovato Abramo fermo alla fontanella, che fumava una sigaretta, proprio come me, un egiziano di Alassio, persona di poche parole, ma poi abbiamo chiacchierato a lungo della sua vita, la sua città, la sua gente..era un pò amaro lui, un pò nervoso, raccontandomi della gente ricca ed indifferente (la maggior parte), di quando serve ai tavoli di questo famoso ristorante sul mare, neanche un saluto, eppure è lì da una vita, mi ha confidato che gli rivolgono la parola solo nelle grandi occasioni di festa, quando c'è più lavoro, ciao Abramo, sei una persona indimenticabile, con i tuoi occhi neri e profondi, i tuoi capelli un pò folti, la tua statura imponente, la tua cultura, che molti si sognano, ecco perchè sono così, ti invidiano, perchè i loro figli viziati fanno fatica a studiare.

Il mio incontro sulla scogliera: cucciolo di gabbiano:-)

Cucciolo di gabbiano, eri sulla scogliera,
un pò fermo, un pò in volo,
tenere le tue zampe, un pò come le oche,
gli occhietti vispi, lieti in cerca di cibo.
Avevo dei biscotti e te li ho sbriciolati,
con passo un pò esitante
un pò ti sei fermato
in alto, sullo scoglio
ancora pronto al viaggio.
Sono stata a lungo a seguire il tuo volo,
in alto il cielo e il mare
uno sfondo da fiaba,
addio mio dolce amico,
non so se tornerò,
ma già adesso ti sogno,
come un pensiero mio,
le ali che vorrei,
il placido racconto
che oggi mi hai donato
e che conserverò.
Era poca la gente
e tu ti sei fermato
in questo specchio d'acqua
che rifletteva il mondo.
Con la mia fantasia
ho pensato a un incontro
un pò preannunciato,
io che amo gli uccelli,
e li seguo nel canto.
Mi piace un pò sognare
e ricamare il fato
però io ti ho "vegliato"
ed un pensiero lieto
mi è sorto dal profondo..
un caso, sì....
un incontro
che un pò mi ha rallegrato.

sabato 1 agosto 2009

STORIA DI MARIA E BRESAOLA A MODO MIO:-))

Ogni mattina incontro Maria, lei praticamente vive in strada, sotto il portone, è qui da un'intera vita, ha circa 80 anni, eppure è graziosa, sembra una bambina quando mi fermo un attimo a parlare con lei e racconta..racconta.
So tutto di lei, dei suoi 5 figli, del marito che è andato via quando lei aveva solo 40 anni,di quando faceva la custode di un palazzo antico nel cuore della città. Ora è rimasta sola, però ci sono i passanti, quelli che la conoscono da tanto tempo e si fermano a parlare con lei. Mi ha sorriso stamattina, dopo tanti giorni le è ritornato il buonumore e ne sono stata felice. L'ho baciata, lei prima era un pò restia, ma adesso quando mi vede da lontano mi chiama e mi dice: " vieni, vieni, che ti devo raccontare una cosa"- e mi accarezza.. I suoi trascorsi sono interessanti, come il suo viso ancora molto bello, i tratti mediterranei, gli occhi scuri ed intelligenti. Le ho fatto ciao e sono corsa a casa, perchè stamattina c'è un pò di cappa, prima le ho raccomandato di stare all'ombra con la sua sediolina, proprio lì..sulla strada, quasi come in un paese.

BRESAOLA A MODO MIO

Cari amici bisogna mangiare delle cose fresche ed appetitose (io sono un'eccezione perchè ho sempre fame):-), allora oltre al pesce marinato ho pensato di fare degli involtini di bresaola.

2 etti di bresaola
1 pezzo di pecorino sardo
1 etto di olive verdi schiacciate e piccanti
2 pomodori per insalata...
su ogni fetta di bresaola riporre dei pezzettini di formaggio
delle olive disossate e delle fettine di pomodoro
chi ama la maionese può aggiungerla, io condisco con un goccio
di olio e limone, niente sale.
Arrotolare e fermare con 2 stuzzicadenti.

Un caro saluto a tutte/i e buon sabato, mi è venuta voglia di scrivere adesso che sono ritornata perchè la mia amica Maria è come un libro che ha bisogno di essere letto, è come la vita che ha bisogno di ruscelli, fiumi, cascate per confluire nel mare.Kiss

lunedì 27 luglio 2009

IL GIARDINO CHE VORREI..E MELANZANE DELLA MIA AMICA BLOGGER RENATA:-)

Il giardino che vorrei è fatto di cose semplici,
dei gerani colorati e mimose
rose tulipani e cavolfiori...
pomodori profumati e piattini di briciole di pane
per gli amici uccelli di passaggio.
Il giardino che vorrei ha un chiosco antico
dove i viandanti si fermano a bere
e senza parole lasciano il ricordo
di altre mani, paesi, lingue, vita.
Ed è bello star lì un pò a parlare
com'è dolce..quasi
come saper invecchiare.

Melanzane Otello

Otello era il gentile gestore di un delizioso ristorantino “Il Boschetto” A Marciana Monte all’Isola d’Elba. L’ ho costantemente corteggiato per 4/5 anni e finalmente, mi ha passato la ricetta.



= Pelate le melanzane ed affettatele non troppo sottilmente



= Ponetele nel colapasta a strati alternati con abbondante sale grosso.



= Ponete sull’ultimo strato un piatto con un peso e lasciate così per 3 o 4 ore in modo che possano eliminare la loro acqua scura.



= In una vaschetta con acqua acidulata con il succo di due/tre limoni lavate bene le melanzane.



= Versatele in una grande pentola che bollirà salata e con l’aggiunta di altro succo di limone e un bicchiere di aceto



= ATTENZIONE ! Sorvegliate e al momento in cui riprendono a bollire, contate tre minuti.

Scolate,lasciatele raffreddare e stendetele su di un panno dove le lascerete per 12 ore favorendo l’asciugatura con panno carta. (non al sole) Rigiratele una volta.



= In una vaschetta di vetro versate un po’ d’olio extravergine, peperoncino, e aglio a fettine e sistemate con garbo le melanzane, alternano basilico, fettine di aglio e lieve peperoncino.. Coprite con olio.



= Non sono a lunga conservazione. In frigo 10 /20 giorni.



---------------------------------------------------------------------------
Questa è la ricetta della mia amica Renata, ve la passo con l'augurio di una serena giornata.

venerdì 24 luglio 2009

MELANZANE SOTT' OLIO.......e...gocce di pioggia:-)

Come richiesto dall'amica blogger Caterina scrivo la ricetta per le melanzane sott'olio, questo ortaggio si trova ormai tutto l'anno, ma il periodo migliore è inizio settembre. Io le faccio in diversi periodi dell'anno, quando le trovo a buon prezzo e sane, mi diverto a preparare tanti vasetti per la mia famiglia e per gli amici, è molto semplice....
ingredienti:
1 kg.melanzane lunghe e nere
olio evo, aglio, peperoncino piccante,
sale, aceto, vino bianco o spumante avanzato...
pelare le melanzane e tagliarla a fettine sottili, ma non troppo di lungo, ma va bene anche di largo, va a gusti, le preferisco lunghe..
preparare una bacinella con aceto bianco, vino o spumante ed un pò d'acqua (pochissima) con aggiunta di sale, immergervi le melanzane affettate, devono stare sotto il livello del liquido, per bisogna coprirle con un piattino, farle stare 12 h. io le preparo la sera prima, poi strizzarle delicatamente ed asciugarle in un telo, preparare dei vasetti di vetro con un pò di olio nel fondo ed aglio e peperoncino a pezzetti, fino ad arrivare quasi all'orlo, ogni 2/3 strati aggiungere aglio e peperoncino, schiacciare bene con una forchetta in modo che restino sotto l'olio, aggiungere olio fino all'orlo, chiudere e mangiare dopo circa 15/20gg. più tempo stanno migliore sarà il gusto. Il periodo di conservazione è un anno, ma vi assicuro che le mangerete tutte prima:-)

Ciao amiche ed amici, vi auguro un buon fine settimana, voglio raccontarvi anche una sensazione percepita ieri a passeggio, mentre ero in giro ho sentito delle gocce di acqua sulle mani, penserete la solita nuvola di fantozzi?:-) No, non credo, erano solo "le lagrime degli angeli."

Le lagrime degli angeli
non fanno rumore
scendono lievi
come una carezza di bimbo
un sussurro d'amore
accompagnano i passi
e nel deserto brullo
della vita
compare un'oasi di pace.

sabato 18 luglio 2009

POTEVA ESSERE LA LUNA:-))



Sono una frana come fotografa, ci ho provato però..poche sere fa ho fatto questa foto pensando di riprendere la luna..invece era un lampione:-)))
Mi sono sentita un pò come Trosi ( credevo fosse amore, invece era un calesse ), va buò, mi son detta, è pur sempre un modo di esprimersi..allora questa piccola luce che sembrava splendesse solo per me, si è rivelata come un lumicino nel buio della strada, qualcosa che indica la via, ai passanti, ai naviganti, a chi pensa che un piccolo punto luminoso sia pur sempre una indicazione, una piccola luce....
Ciao amiche ed amici, vi auguro un buon fine settimana, e se non ci si vede bene, bè, ci sono sempre le candele , quelle profumate, quelle che si accendono quando qualcuno prega, quelle che mi regalano sempre a natale e non ne posso più:-))

mercoledì 15 luglio 2009

OGGI SARA' UN BEL GIORNO



Basta deciderlo, ti alzi e ti accorgi che nulla va, sembra tutto da rifare, il gioco, il tempo, le passioni, poi parli a te stessa e ti convinci....

sarà un bel giorno
oggi, come ieri,
forse l'incontro al vertice
ti porterà l'oblio
ed il resto del mondo
in muta attesa
guarda
solo il pensiero
è muto
nel ricordo
frammenti di anima ferita..

sabato 11 luglio 2009

STORIA DI UN ALBERO :-)


C'era una volta.....
45 anni fa il comune decise di togliere un alberello, il povero tapino era considerato "malato"....l'autorità non aveva fatto i conti con un distinto signore di Catania che essendo un "Maestro d'arte", infatti fa ancora oggi delle scarpe fantastiche, aveva capito che non poteva darla vinta ai giardinieri, perchè anche il piccolo tiglio era un'opera d'arte.:-) Il nostro amico, il cui negozio era ubicato proprio di fronte alla creatura, decise di legarvisi e con insistenza tipica degli amici catanesi e non solo :-) riuscì nel suo intento. Oggi l'albero ha i suoi bellissimi 45 anni, ben portati, si rincorrono tra i rami uccellini di tutte le razze e spesso ci incantiamo a sentirne il dolce cinguettio. Proprio stamattina parlandogli gli ho chiesto l'età dell'amico e lui sorridendo, con dolcezza, come se inseguisse un sogno ed i suoi 20 anni, mi ha raccontato questa bellissima storia, ecco che ho deciso di scriverla perchè è facile decretare la malattia di qualcuno o semplicemente di un giovane alberello per poi accorgersi che bastava dargli tempo, i suoi rami sono diventati sempre più forti ed ora sono pieni di foglioline un pò a punta, in alto ogni anno ci sono le gazze che preparano il loro nido ed alzando gli occhi si vedono infaticabili andare alla ricerca di materiale per la costruzione..spesso si assiste a battaglie di cornacchie e gazze, ma poi la spuntano queste ultime, che difendono ad oltranza il loro nido e le uova....Mi sono chiesta oggi si difende ancora qualcosa? Qualcuno avrebbe ancora voglia di legarsi ad un alberello per salvarlo? Qualcuno avrebbe ancora il desiderio di difendere la propria dignità, i propri diritti che si calpestano sempre più spesso? Quando si sente in giro che non ce la si fa più, io sorrido, perchè penso che non avranno mai la forza, la voglia ed il coraggio di cambiare le cose semplicemente ribellandosi...l'uomo manca di coraggio, ma la storia ci insegna che senza combattere per un ideale, per migliorarsi, per poter camminare a testa alta nel mondo, saremo sempre in balìa di un "giardiniere" che può decretare la nostra fine......

martedì 7 luglio 2009

PERCHE' ?



A volte ci si chiede il perchè si fanno delle scelte, rispetto ad altre, il motivo per cui si può provare e riprovare a vivere insieme, nonostante gli anni che passano inesorabili, a volte si è attraversati da pensieri di smarrimento, rispetto alla vita, al circondario, allora tornano alla mente i mille perchè di un insieme che dura da una intera vita....ecco i miei perchè:


Perchè
nel gioco della vita
mi hai dato coraggio
nei momenti bui
mi hai acceso la luce
perchè sei buono
e sei sensibile
perchè nascondi
il meglio di te
con la satira
perchè sei forte
come una scogliera
perchè sei sicuro
come un argine
perchè hai mille difetti
ma sei onesto
perchè hai il dono
del silenzio
perchè ascolti
le mie valanghe travolgenti
perchè mi dici sempre
sei fantastica
perchè non mi regali cose inutili
perchè mi guardi sempre
come favola
perchè hai un carattere difficile
perchè vivere con te
non è stato inutile.....

venerdì 3 luglio 2009

GIORNATA STORTA, ma come si dice a Napoli "storta va, diritta vene":-)

Oggi qualcuno è di malumore, a volte capita, certamente non sono io, per ora, io conservo, poi esplodo come un fulmine all'improvviso che preannuncia un temporale in arrivo. Mi va di cantare, di essere così come sono, spesso sembro un tantino superficiale, perchè sdrammatizzo tutto, ma in realtà non è proprio così, dentro ognuno di noi si nasconde un attimo di smarrimento, un momento di tristezza, a volte basta solo farsi un giretto, al mercato, per tornare a casa con la voglia di piangere.
A me è successo ieri: avevo fatto la mia coda al banco del pesce, stavo per riprendere il bus per tornare a casa, ma all'angolo c'era una signora molto anziana che chiedeva l'elemosina.

Siamo
un passaggio sterile
quasi terra
di nessuno
forse
uno sguardo più attento
può fermare
il tempo
dell'inganno....

Ciao amiche ed amici vi auguro un buon fine settimana, con serenità, a volte è difficile, ma bisogna provarci, con amore, a volte l'amore è sprecato, ma bisogna insistere ( se ne vale la pena ), con pazienza, per me è una parola in disuso, ne ho quasi niente, forse ho esaurito le scorte, allora tocca a voi trasmettermene un pò.
Un bacio a voi tutti.

martedì 30 giugno 2009

SORELLA :-) TORTA ALLA PESCA



E' sempre un pò difficile il rapporto con una sorella più piccola, tu le dai i consigli, lei fa di testa sua, questo fin da piccola. Mia sorella è una donna generosa, ma tanto tanto testarda. Se qualcuno le fa notare determinate cose da cambiare un pochino, lei fa finta di niente oppure ti dà quasi ragione, tanto poi
farà quel che le suggerisce la testolina.
Questo è il periodo in cui ha deciso di mangiare poco, perchè deve stare "in linea", una fatica farle capire che mangiare in modo ordinato è importante, gustarsi un piatto un pò più ricco è positivo, sia per lo stomaco che per lo spirito:-) Se sta a casa mia mi dà un pò di suggerimenti, a volte sembrano critiche, ma non è così, io la conosco bene...vorrebbe cambiare la disposizione dei miei libri ( tanto sa che è una battaglia persa), mi suggerisce di spostare un divano od altro...lei è fatta così, non sa che la casa ci rappresenta, è una parte di noi, ci sta una parte della nostra anima.
Questa ricetta l'abbiamo inventata insieme: TORTA ALLA PESCA
2 uova
2oo gr. di farina 00
50 " di fecola di patate
50 " di farina di riso
1 bustina di lievito
2 pesche mature al punto giusto
200 gr. di zucchero
1/2 bicchiere di latte
un pezzetto di burro ( io uso 2 cucchiai di olio evo)
incorporare le farine con le uova, lentamente
aggiungendo il latte (a temperatura ambiente)
versare lo zucchero e lavorare bene con una forchetta
se necessario aggiungere ancora un goccetto di latte
alla fine versare il lievito
sbucciare le pesche, tagliarle a pezzetti
versarle nel composto
imburrare una teglia, passare un pò di farina, versarvi il composto
cuocere in forno medio a 160°, tra i 15'ed i 20'
Questa tortina va mangiata in compagnia (è d'obbligo) :-) con un vinello bianco gelato frizzantino, altrimenti fatevi portare uno champagnino..
ragazzi cosa dirvi che non sappiate già? La vita è un soffio di vento..respiriamolo
e se ci scompiglia i capelli sorridiamo, domani sarà ancora più bello, ma adesso, qui, è la vita.....

domenica 21 giugno 2009

BUONDI' :-) PASSATA E' LA TEMPESTA....coniglio bistrattato:-))



Oggi il tempo è bello e spiegare io non so..certe emozioni che mi catturano quando vado a spasso, le nuvole basse sono come un balletto di danzatrici leggere, le montagne un pò innevate danno l'idea della pochezza di alcune cose che accadono, giorno per giorno, sembra che la gente sia assopita, guarda oltre, ma oltre dovrebbe esserci l'immensità del mare. Mi sono soffermata a guardare le auto che passano, poche, ho parlato con i miei amici-conoscenti ed ho trovato tanto scontento..per fortuna che il tempo è bello!! Sembra quasi che spinga via tutte le malinconie, forse la luce così accecante e dorata del sole ci dona la certezza che ci siamo, anche se piccoli frammenti dell'universo, ci scaldiamo ai suoi raggi, a volte invadenti, a volte come una gentile carezza. Il sole sempre visto come qualcosa di divino, venerato, il sole che scioglie i ghiacciai, i cuori, quelli che sono un pò restii a parlare, a confrontarsi a raccontarsi, ecco che in un giorno come questo trovi un vicino leggermente più allegro, un vecchietto con uno sguardo più sereno....
Un sorriso a tutte/i....

Coniglio bistrattato:
un coniglio tenerello tagliato a pezzetti,
aglio 3 spicchi, cipolla 1 tropea
peperoncino, olio evo
pomodori 3/4
1/2 bicchiere di vino bianco secco
svolgimento
infarinare i pezzetti di coniglio
riporli in una padella grande con agli e cipolla
farli rosolare un pò con olio
irrorare con il vino
una volta indorati aggiungere
pomodori tagliati a dadini
mescolarli ogni tanto
a fine cottura, circa 20/25'
aggiungere il peperoncino
bè ragazzi questo oggi è il mio piatto forte (inteso che sarà mooolto piccante) :-)contorno un'insalatina verde
il primo?
un piatto di rigatoni con sughetto
2 bicchieri di vino e voilà il gioco è fatto, accomodatevi al tavolo signore e signori:-)
Perchè il detto si sa è sempre quello:
chi non mangia in compagnia, non è "votato" all'allegria:-)) scherzoooo
intanto vi auguro buona domenica con un kisssss

venerdì 12 giugno 2009

AL MIO CANE PIACE IL PESCE :-) risotto con zucchini e pesce, facile facile;-)



Devo dire che è abbastanza sorprendente per un cane, sapevo dei gatti, le mie amiche dicono che vanno matti per il pesce, ma il cane, bè, dovrebbe essere carnivoro..invece..ogni volta che cucino il pesce, eccolo lì pronto, quasi sorridente :-) che mi gratta la gamba e mi chiede un assaggino, allora stamattina essendo venerdì andrò a comprarlo e sicuramente lo farò felice..e non solo il "veccho cucciolo", ma anche...bè non faccio nomi, nè cognomi, tanto avete capito:-)

Risotto con zucchini e pesce:

riso 1 tazzina e mezza per ogni persona (unità di misura universale) :-)
cozze, vongole, calamari,seppioline e moscardini,
zucchini (a proposito si dice zucchino o zucchina?) mistero regionale a Napoli cucuzziell', 1 bicchiere di vino bianco secco, 1 dado biologico
olio evo, aglio, prezzemolo, peperoncino, pomodori freschi.,1/2 cipolla
svolgimento:-)
preparare nel solito modo le cozze e le vongole, sgusciarle e tenerle da parte,
calamari, seppioline e moscardini tagliarli in più pezzi, dipende un pò dalla grandezza, quindi farli cuocere a fuoco lento con aglio olio, prezzemolo ed un bicchiere di vino bianco, verso metà cottura 20/25' aggiungere i pomodori e fare pappoliare (termine napoletano) vuol dire insaporire 5', preparare un bel brodo bollente di dado ,quindi versare il riso nella pentola e far cuocere rimescolando
di tanto in tanto, sempre aggiungendo un mestolo di brodo, verso la fine della cottura aggiungere le vongole e le cozze, il peperoncino e gli zucchini fatti
saltare in padella tagliati a dadini con un pizzico di cipolla ed aglio (10')
Essendo un piatto ricco, mi ci ficco:-) quindi niente secondo, maròòòò con questo caldo non è abbastanza?
Poichè anche l'occhio vuole la sua parte, per i + raffinati guarnire il piatto di portata con olive greche, ciuffetti di prezzemolo e fettine di limone, 2 candelotti al centro tavola, anche lacrimogeni vanno bene:-)se vi fanno arrabbiare, niente luce e se fosse un pranzo, bè, devo dirvi tutto io? Chiudete le tapparelle e create l'atmosfera soft, loft? Fate vobis:-)))
Ciao ragazze/i vi auguro un buon fine settimana, sapete già tutto vero?
Contro il logorio della vita moderna, contro lo stress, la fretta, l'ansia da prestazione, un solo suggerimento: abbiamo tutti bisogno di un buon pasto con un bel bicchiere di vino o champagne, come più ci aggrada, accendiamo l'incenso, mettiamoci in nudo look con grembiulino trasparente e voilà il gioco è fatto:-))
Un kiss a voi

sabato 6 giugno 2009

RICETTE VELOCI PER CATERINA ED INSALATA DI MARE :-)

Cari amici vicini e lontani:-)
da oggi fino a lunedì sarò sola col mio Pokerino, my boss ha un impegno very important:-) per cui mi sto sbizzarrendo con 2 pc. a disposizione, con uno scrivo, con l'altro seguo la musica e se uno mi si inceppa, ho l'altro che è una scheggia ahahah, adesso sto per andare giustamente a spasso ed a seguire voci di mercato...si sa sono le voci del popolo, le più vere, le più vicine alle coscienze, prima di addentrarmi per un pò nella city, ecco a voi delle ricettine per tutti i gusti, alcune veloci, l'ultima ( insalata di mare)un pò più lunga da preparare ( su richiesta della mia amica Caterina), però si può tenere anche 3gg in frigo, anzi più si insaporisce meglio è, si accompagna con un piatto d'insalata verde a piacere ed un bel bicchiere di vino bianco ghiacciato ( non dico le marche perchè odio fare la pubblicità)..ma noi le conosciamo bene nè? :-)

Risotto agli asparagi:
lessare il riso al dente e far cuocere gli asparagi in acqua bollente
salata,preparare una teglia,metterci al fondo del sugo di pomodoro,riso
metà, aggiungere parmigiano,asparagi tagliati a pezzetti,delle olive verdi
snocciolate,qualche fettina di prosciutto cotto,un pezzettino di scamorza
o
formaggio fondente,ricoprire con il riso restante,sopra mettere ancora del
sugo e parmigiano grattuggiato.Forno a 180° 10/15 '.



Risotto alle zucchine:

Lessare il riso al dente
tagliare le zucchine a dadini e farle cuocere in una padella antiaderente
con olio e cipolla a pezzetti,una volta preparato il tutto condire il riso
con un pizzico di sugo di pomodoro,ma si può fare anche in bianco,sul
fondo
di una teglia mettere o sugo od un goccetto di olio,appoggiarvi sopra metà
del riso su cui riporre gli zucchini trifolati,un pò di silano o
scamorza,dei pezzettini di prosciutto cruto,aggiungere l'altra metà di
riso,grattuggiarvi sopra abbondante parmigiano,infornare,come sopra.

Risotto alle melanzane:

Cuocere riso al dente
friggere le melanzane in padella,poi far assorbire l'olio
rimanente,condire
il riso con un pò di pomodorini sbriciolati a crudo,mettere nella teglia
un
goccetto d'olio,metà riso,riporvi sopra le melanzane fritte,un pò di
silano,un pò di pancetta affumicata,magra,ricoprire con il riso avanzato
ed
idem come sopra.

Insalata di mare:
2 limoni
cozze 1 kg.
calamari 3/4 etti
moscardini 3/4 etti
gamberi "
seppie "
olio evo, olive verdi e nere
prezzemolo, aglio e peperoncino
pulire le cozze, poi riporle in una teglia a fuoco vivace
falle raffreddare e recupare il frutto da mettere in un piatto di portata
lessare separatamente i vari tipi di pesce
calamari: cottura 20/30' dipende dalla grandezza
moscardini 30/40' "
gamberi 10' se media grandezza, provare con una forchetta, devono essere al dente
seppie: occorre un tempo di cottura + lungo, circa 30', come i moscardini, volendo si possono lessare insieme...
far raffreddare, quindi riporre nel piatto di portata con abbondante olio, limone spremuto, olive, peperoncino, guarnire con fettine di limone e foglioline d'insalata.
A tutte/i un augurio di buona giornata, sperando che ogni tanto passi anche qualche "ragazzo" volenteroso ;-), perchè sarebbe bello, ogni tanto, sedersi in salotto con qualche giornale ed essere chiamate quando tutto è pronto:-)
Bè, che dirvi? Nella prossima vita nascerò maschio..ma no, ragazze/i, è stato un attimo, penso che essere donna sia bellissimo. Baci et abbracci alle ragazze, un caloroso saluto ai ragazzi..bè, se arrivano:-)

venerdì 29 maggio 2009

IL MIO CORTILE....UN PO' GIARDINO..UN PO' PARCHEGGIO





Questo è il mio cortile, ci sono i tigli, le rose e purtroppo ora tante auto, la cosa carina è che spesso ci si ritrova con gli altri condomini e si chiacchiera in armonia, c'è un nostro amico che vorrebbe fare una grande grigliata..sono anni che lo dice, chissà, devo provare ad organizzarla io:-)

Ricetta semplice, veloce e nutriente:
bistecchine di coniglio ai ferri con contorni di verdura grigliata.
Ingredienti: un coniglio piccolo da tagliare in piccole bistecchine appiattite con lo schiacciacarne, gusti vari (aglio, prezzemolo, rosmarino ed olio evo), mettere a macerare il coniglio con i gusti suindicati ed aggiungere qualche goccio di aceto balsamico, dopo circa un'oretta riporre le fettine di carne su una bistecchiera calda, far cuocere ai due lati per 10' e voilà il gioco è fatto.
Il coniglio va servito caldo con l'aggiunta di olive, capperi e pomodorini a mò di guarnizione.
Le verdure grigliate sono a piacere, vanno bene peperoni, melanzane e zucchini.
Fare un bagnetto di aglio olio prezzemolo peperoncino tritati e riporvi le verdure, che potrete gustare per diversi giorni.
Buon appetito.

Questo è un sughetto della mia amica blogger Renata :-)
Sono passata per un salutino e....sono felice di averlo fatto. Mi piace tutto e ne farò tesoro. Ti faccio anch'io un piccolo omaggio. si tratta di una ricetta che si perde nella notte dei tempi famosa nella trattoria della mia mamma e del mi babbo. poi tu spostala dove ritieni opportuno. Noiosa da seguire, ma ottima da gustare (specialmente sui gnocchi di patate.
----------------------
Sugo al latte
A freddo: olio e una cipolla bianca tritata assieme a due spicchi d’aglio. Su fiamma moderata rimestate brevemente e aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco e una scatola di pelati da mezzo Kg., poco sale grosso, un dado Knorr e 300 gr. di latte (due bicchieri circa). Coprite con la reticella per evitare spruzzi durante la bollitura che deve essere lenta e prolungata. Rimestate spesso fino ad ottenere la giusta densità. ( se con gli ingredienti principali unirete una cucchiaiata di lardo macinato realizzerete la ricetta com’era originariamente. In piccoli contenitori può essere conservato in freezer).
--------------------------------------
Un caro saluto a tutte/i con un sorriso.

sabato 23 maggio 2009

AI MIEI AMICI :-) POMODORI......



E' bella questa piccola cittadina, mi fa venire in mente alcuni amici siciliani con cui sono in contatto, una in particolare, che un anno fa mi rese partecipe di una sua gita qui..so che la Sicilia è tutta bella,ma questo posto mi piace in modo particolare, sarà perchè quando ci sono eventi si vede in tutto il suo fascino, sarà perchè adoro la notte e di notte è un vero spettacolo di luci e di colori...
La mia ricetta per un sabato sera in tutto relax:
pomodori ripieni con cosa è rimasto in frigo, sono ottimi anche con il riso e voilà,
ingredienti:
pomodori belli tosti 4 grandi
pisellini (vanno bene anche in scatola o surgelati) se non avete tempo
un etto di riso, scamorza, olive, mozzarella, capperi, maionese, olio evo, sale
tagliare i pomodori a metà, svuotarli e riporre il ricavato in una terrina
aggiungervi il riso al dente, pezzetti di formaggi misti, olive disossate,
una manciatina di capperi,pisellini, sale un pizzico, 1 limone spremuto, condire
con olio evo ed un pò di maionese, mescolare e riempire i pomodori,
sopra mettere una foglia di basilico....riporre in frigo e servire freschi:-)
se avete ancora voglia di fare allora una bella insalatina di carne, tagliata fine fine e condita con pezzetti di parmigiano, abbellire il piatto di portata con prezzemolo ed olive verdi siciliane:-))
Stare in compagnia è piacevole, ma attenzione amici, non accendete il forno, non so da voi, ma qui a Torino fa trooooppoooo caldooooo, quanto mi manca una granita siciliana.
Un kiss cari ed a tutte/i una buon sabato con pace/sesso/amore..il condimento è a piacere:-)))

lunedì 11 maggio 2009

TORTA DELL'AMICA BLOGGER LUIGINA :-)

TORTA DI CIOCCOLATO (della mia amica Beatrice)
Ingredienti :
250g di cioccolato fondente
100 g di burro
100 g di zucchero
3 uova
50,g di farina b.
50 ml di latte
Mescolare zucchero e burro, aggiungere tuorli e farina e x ultimo il cioccolato fuso con latte e albume montato a neve fermissima
Infornare 25 minuti a 170°

domenica 10 maggio 2009

BISCOTTI DELLA MAMMA ROSY :-)




Ciao amiche ed amici, stamattina mi sono cimentata per la prima volta nel fare i biscotti, chiedo scusa ai competenti, se i miei trofei sembrano più pezzi di pane,:-)ma vi garantisco che nonostante le forme varie (non avendo lo stampino), il gusto ci guadagna:-) sono appetibili e si possono gustare anche a fine pranzo, con un goccetto di vino od un buon caffè:-)
Ingredienti:
160 gr. di latte fresco
500 " di farina doppio oo
40 " di farina di riso
40 " di fecola di patate
150 " di margarina biologica
220 " di zucchero
1 uovo, 1 bustina di lievito per dolci, un pizzico di sale,
sbattere la margarina con lo zucchero, aggiungendo il latte, poco per volta,
quindi l'uovo, il sale e per ultimo farina a pioggia e lievito.
Lavorare bene l'impasto con un frustino per dolci (io ho usato la forchetta),perchè a dire il vero non so più che fine abbia fatto, preparare una teglia con carta da forno ben imburrata od oleata, stendervi l'impasto altezza 7mm...ma non credo di aver rispettato le misure (vado ad occhio), con lo stampino ricavare i biscotti
della grandezza prescelta, infornare a forno preriscaldato 180° per 20,max 25'..
Visto che ho i biscottini golosi inviterò qualche vicino per la merendina del
pomeriggio, un kiss alle mamme, ma anche ai papà, alle donne che sono mamme nel cuore anche senza necessariamente aver messo al mondo un figlio....ciao ciao :-))

venerdì 8 maggio 2009

PIZZA ALLA DIAVOLA :-)



Cari amici vicini e lontano:-)
poche sere fa sono andata a mangiare la pizza, a dire il vero per questo piatto sono molto esigente, sarà perchè sono napoletana, sarà che la pizza l'ho mangiata in tantissimi posti ma nella città di pulcinella assume un altro "sapore", ogni volta per me è la stessa storia..devo criticare, allora ho deciso di mettere la mia ricetta personale, così me la faccio a casa insieme a voi ed attendo notizie:-)
ingredienti per 4 persone:
500 gr. di farina oo con l'aggiunta di un pò di farina di grano duro,
mozzarella a volontà,olio evo un cucchiaio,un cucchiaino di zucchero
pomodori freschi o conserva 400 gr.
salamino piccante (calabrese), ma anche napoletano, insomma fate voi:-)
peperoncino piccante (questo mi piace di qualsiasi regione, a scelta)
un dado di lievito, sale....
sciogliere il lievito in un recipiente con acqua tiepida,
aggiungere la farina, un pizzico di sale, un cucchiaio d'olio evo
un cucchiaino di zucchero ed impastare bene...lasciare lievitare 2 h.
prendere la pasta, farne una pallottola, mentre riposa,
preparare una teglia da pizza sufficientemente grande, stenderci su
un pò d'olio, spianare la palla facendone un rettangolo/quadrato, come vi pare,
renderla molto sottile, riporla nella teglia, condirla con olio, pomodori
a pezzetti ed infornare nel forno già preriscaldato a 200°, dopo 5' aggiungere
il salamino a fette, la mozzarella a dadini ed il peperoncino a pezzi grossi,
tenere ancora in forno 5' e voilà la diavola è pronta.
Si consiglia di mangiare con amici che amano la buona tavola, l'allegria ed una
bella birra in allegria:-))

Un kisss a tutti.....buon fine settimana:-))))

domenica 26 aprile 2009

RISOTTO CON AVANZI :-) + SUGHERI



Aprire il frigo in una giornata di pioggia noiosa, proprio come oggi, sbirciare cosa è rimasto da eliminare perchè vecchiotto e procedere:
ingredienti:
riso, olio evo, dado per brodo e se manca qualcosa aggiungetelo voi, please!!
una melanzana spellacchiata ed un pò moscia,
3 zucchini che appena si apre il frigo rotolano fuori :-)
un cipollotto fresco,ma implorante :-)
un pò di parmigiano grattugiato,
un pò di scamorza, mozzarella (quasi esaurite) visto la degenza :-)
2 uova, che scadono tra qualche giorno.
Procedimento
tagliare a dadini le melanzane e gli zucchini,
riporle in una pentola alta per contenere riso ed ingredienti x 4 persone..
aggiungere il cipollotto a tocchetti e far rosolare con olio una decina di minuti,
far bollire l'acqua con dado biologico,
aggiungerne un mestolino e far amalgamare,
versare 6 tazzine colme di riso,
cuocere avendo l'accortezza di aggiungere il brodo caldo,
a fine cottura aggiungere i formaggi tagliati a dadini
e le uova sbattute con parmigiano,
se necessario salare
versare nei piatti con un'aggiunta di peperoncino rosso pugliese..

venerdì 24 aprile 2009

C'ERA UNA VOLTA LA PRIMAVERA (GAZZE) :-)



C'era una volta la primavera, gli uccelli veleggiavano in alto sui rami ed ancora più su e ne contavo ( si fa per dire ) tantissimi....quello che colpiva la mia fantasia esuberante era la gazza.
Si diceva in giro che la gazza fosse ladra, ma di che? Mi chiedevo mille volte cosa potesse rubare un uccello così maestoso, con piume multicolorate dal grigio al viola al rosa antico, allora ecco che una mattina mi svegliai molto presto ed ebbi un'idea, misi sul davanzale un brillante grosso come una pietra ed attesi che le gazze andassero a rubarlo. Le piccole avevano fatto un nido proprio sull'albero davanti al mio balcone..infatti ne avevo seguito il percorso per giorni e giorni, il loro andare avanti ed indietro con i ramoscelli per creare la nuova casa ai piccoli in arrivo..ne ero entusiasta e come una bambina le fotografavo, le ammiravo, avevo per loro una profonda simpatia. Il mio brillante restò lì, sul davanzale per giorni e giorni, nessuno lo portò via. Allora mi convinsi che le gazze non erano ladre, come si diceva in giro, erroneamente, forse la pubblicità un pò superficiale, aveva fatto di questi splendidi uccelli dei piccoli deliquenti..ma non è così. Il vero ladro è l'uomo che va a caccia, che estingue esemplari rari, con noncuranza e menefreghismo, il vero delinquente è l'uomo che non ha più cura della natura, anzi la disprezza, la avvelena, la uccide.
Se ci fermassimo a guardare con quanta amorevole cura un uccello prepara il proprio nido, lo protegge, potremmo paragonare il nido alla casa, alla madre terra che è la nostra bellissima casa, ormai quasi distrutta dalla mano terribile dell'uomo che spesso non ha più valori, che blatera ma è vigliacco, come vigliacco è colui che spara ad un uccellino inerme...

martedì 10 marzo 2009

PATATE RIPIENE PICCANTI ( di mia cognata) :-)

Anni fa, la mia cara cognatina è venuta a trovarmi, dal profondo sud, poichè ci scambiamo sempre ricette e piatti un pò diversi vi descrivo questa "chicca" fatta con le sue mani e che è stata pappata nel giro di pochi minuti:-))
Ingredienti:
1 kg. di patate pasta gialla, possibilmente della stessa grandezza
un pezzo di salsiccia di maiale o pollo/tacchino
formaggi vari ( scamorza, provolone piccante, silano e mozzarella )
aglio, prezzemolo, peperoncino
2 uova
parmigiano grattugiato olio evo,pan pesto
far bollire le patate con la buccia, farle raffreddare, pelarle e tagliarle a metà
in una terrina sbriciolare la salsiccia, aggiungere le uova, l'aglio, il prezzemolo,
il parmigiano ed i formaggi tagliati a dadini ed impastare il tutto con l'aggiunta di
un cucchiaio d'olio ed un pizzico di pan pesto e 2 peperoncini sbriciolati,
scavare le due metà delle patate con un cucchiaino ed aggiungere al composto
suindicato la polpa ricavata ( tò, mi è scappata la rima) :-)
a questo punto riempire le patate, preparare una teglia da forno ben oleata e
cosparsa di pan pesto, infornare per un'oretta circa ed aggiungere ogni tanto un pò
di brodo di dado ben caldo.
Buon appetito.
Ricetta valida per 4 persone, come antipasto, vi assicuro che la prima volta che le abbiamo portate in tavola sono scomparse come per magia:-)) mi è stato chiesto il bis....ma poichè ero di buon umore non li ho mandati tutti a quel paese che è anche il mio:-))
Naturalmente ricordarsi sempre di aggiungere un posto a tavola, per gli ospiti dell'ultimo minuto della serie: suona il ciuchin, che cucina la Rosin? :-))

domenica 22 febbraio 2009

LA TORTA DI RENATA

La torta rustica di Renata


(una delizia per gente trasgressiva, intemperante e golosa)



Burro...................... gr. 200

Zucchero................” 200

Tre uova intere

Farina bianca.........” 150

Amaretti.................” 150

Cioccolato fondente 200 gr. (tagliato a pezzettini)

Una bustina lievito



a) sbattere ben bene lo zucchero con il burro morbido

b) mescolando aggiungere una alla volta le uova intere

c) aggiungere pian piano la farina, i biscotti tritati e il cioccolato a pezzettini

d) versare il tutto nella teglia imburrata

e) forno ben caldo e poi a 180° per 35 minuti.

f) Prima di servire, cospargere con zucchero a velo


Ringrazio l'amica Renata di avermi inviato questa magnifica ricetta golosona:-)

sabato 21 febbraio 2009

DOLCE OBAMA AL COCCO

Ciao a tutti, questo è un dolce semplice ed accattivante, il nome lo ha suggerito Pupottina a Rirì :-)
Ingredienti:
2 noci di cocco
150 gr.cioccolato fondente
220 gr. farina 00
140 gr. zucchero
120 gr. burro
100 gr. fecola di patate
3 uova
2 dl. di latte
1 bustina di lievito
rompere i cocchi, raccogliere il latte in un recipiente
quindi grattugiarne la polpa
rompere il cioccolato a pezzetti e farlo sciogliere sul gas con una parte di latte
in una ciotola mettere 3 tuorli, aggiungere lo zucchero, il burro, il cioccolato, la farina,
la fecola di patate, il latte rimasto, il lievito, amalgamare bene,
quindi aggiungere il succo del cocco
ed i pezzettini di polpa tritati ed i bianchi dell'uovo montati a neve.
Imburrare ed infarinare una tortiera, riporvi il composto ed infornare
a 170° per 50'
Prima di servire cospargere la torta di schegge di cioccolato.


Io la preparo stasera, dopo cena è l'ideale, per raccontarsela con gli amici, con una coppa di champagne , del resto visto che è un dolce dedicato ad un presidente..è il minimo che si possa fare, non potremo "risanare" il mondo, almeno brindiamo ..all'amor :-) l'appuntamento è al solito posto : " ristorante da Giulia", ambiente sereno, amici fidati :-) piano bar, karaoke, stasera si esibirà, con la sua fantastica voce stonata, la figlia del mio vicino, vi aspetto numerosi:-))

venerdì 20 febbraio 2009

FIORE NUOVO :-)



Un fiore nuovo mi è nato, nell'angolo un pò serra,
mi sono rallegrata, forse perchè è un pò presto
allora lo regalo a voi amici, amiche,
perchè anche se è dura
la vita vi sorrida :-)

lunedì 9 febbraio 2009

BRIOCHE RUSTICA :-)

Ciao a tutti. Questa ricetta è un misto di fantasia e di quello che c'è in dispensa, per cui alcuni ingredienti si possono cambiare a vostro piacimento, sono utili 8 persone, noi, la prima volta che l'ho sperimentata eravamo in 6, devo dire che sono rimasti entusiasti, ho ricevuto telefonate di prenotazione;-) e che dire? Mi ha fatto un gran piacere, stare a tavola con i miei amici è la cosa che mi gratifica, soprattutto quando chiedono il bis...adesso quando mi chiamano dicono sempre: - " ristorante Giulia?"
E' caldamente raccomandata per gli amici che amano la cucina dietetica:-), personalmente mi sono accertata dello stato di salute post-brioche, dei miei ospiti, solo uno, un pò più raffinato ha osato :-)definirla leggermente al sapore di formaggi.....buon appetito!!
Ingredienti:
500gr. di farina
1/4 di latte
1 cubetto lievito
1 cucchiaio di zucchero
1 etto di burro
3 uova
per il ripieno:
50gr. di auricchio
50gr.di provola affumicata
150gr. di parmigiano grattugiato
50gr. di salame
100gr.prosciutto cotto
50gr.mortadella
far intiepidire metà del latte e sciogliervi il lievito
a parte riscaldare dolcemente il latte rimanente
in una pentola alta versare il latte con lievito, aggiungere le uova, incorporare la farina,
aggiungere il burro fuso ,mescolare con una frusta, o un cucchiaio di legno (+ faticoso)
aggiungere il parmigiano, un pò di sale, i salumi ed i formaggi tagliati a dadini,
far lievitare il composto 3 orette, in seguito versarlo in una tortiera capace imburrata ed
infarinata, far scaldare il forno 10' a 240°, dopo abbassarlo a 160° infornare la tortiera per circa 70', quindi riporla sul tavolo, coprirla con un canovaccio e servire la brioche tiepida..
spero vi piaccia, vi saluto con un detto napoletano: la vita è una brioche:-)))

sabato 24 gennaio 2009

Giulia ed io

Giulia ed io non abbiamo molta voglia di scrivere ricette, per ora, ci sono infinità di blog addetti ai lavori :-) quindi osserveremo un periodo di silenzio poetico..
questo scritto nasce ora, Giulia, quando ne avrà voglia e tempo e...scriverà i suoi pensieri...ne ha tanti, tantissimi....

Quando non ci sarai
sarà come il mare
che ha inghiottito
il cielo
scompariranno i colori
ed il tuo verde
la tua/ nostra speranza...
quando te ne andrai
non potremo piangere,
tu non vuoi,
non so se ce la faremo
se ce la farò
ora però ti dico
che sei bella
cuore limpido
e audace
cuore impavido
e dolce
mani aperte
alla sofferenza
mani aperte
all'amore
chissà se ho imparato
da te
forse..non so..
sei la mia fiaccola.

venerdì 23 gennaio 2009

Buon appetito:-))

e se l'appetito vien...mangiando, come si suol dire, ma non ci credo troppo, stasera ho inviato una mia ricettina facile facile alla mia cara amica A.
Spaghetti alla rosy:
500 gr. di spaghetti
scamorza, mozzarella,olio evo
pancetta e/o prosciutto cotto
cipolla, olive, piselli lessati.
sughetto: tritare cipolla, aggiungere dopo 5'
pisellini, olive,pancetta a cubetti o prosciutto
dopo 10' il sughetto è pronto.
In un piatto preparare i formaggi a dadini,
scolare gli spaghetti, riporli nella pentola,
aggiungere il sughetto ed i formaggi,
far saltare un attimo sul fuoco..
servire con abbondante pecorino grattugiato
ed a piacere un pizzico di peperoncino.
Non resta altro che sedersi, almeno in 4, ed accompagnare il piatto con un buon bicchiere di rosso ( chi vuole può anche bere una birra ) ;-)
Buon appetito...

domenica 18 gennaio 2009

Domenica a riposo :-)

Ciao amici, questa domenica è all'insegna del riposo, o quasi, ho cucinato solo del pollo alla cacciatora e patate al forno, il mio compagno mi ha aiutato molto, per la pulizia della casa, uscite con poker ed ieri ha provveduto a rifornire il frigo, comprando tutte le cose che mi piacciono, devo dire che è stato veramente bravo, ha comprato anche degli agnolotti che ho condito con un pò di sughetto. Non ho molta voglia di scrivere ricette, per ora, farò una specie di diario del giorno:-) Sveglia alle 6,30, colazione, ritorno al calduccio, poi alle 8,30 mi sono fiondata ( si fa per dire), in cucina dove ho preparato un buon caffè. Devo dire che mi è mancato molto, anche se in ospedale c'era il bar, ma al piano di sotto, per cui nn era molto " simpatico" andare in giro in camicia da notte..mi sono ripresa in fretta ed indossata la tuta sono poi scesa giù con gli amici che ho conosciuto.E' stato carino, mi sono sentita in famiglia, una bella sensazione, solo che al bar quando pagavo io il caffè costava 0,80 euro, quando pagavano gli amici 0,70..allora ho pensato che ci fosse un errore, pura curiosità, invece Barbara,la mia nuova amica di Bari, mi ha spiegato che vestita non ero "paziente", per cui al bar ero come i visitors:-))Ecco spiegato l'arcano!!!Morale zen: se sei paziente non fare l'impaziente:-)Un abbraccio a tutti voi ed un saluto anche da Giulia che ha appena compiuto gli anni, sembra una ragazzina, è molto bella, quando è venuta a trovarmi in ospedale aveva un vestito di maglina corto ed un trucco da super-star!!A lei piace vestire bene e truccarsi, infatti c'è un infermiere carino che mi ha chiesto sue notizie..io sono discreta, gli ho detto che è impegnata e gli ho tolto ogni illusione!!Continua.....:-)

domenica 11 gennaio 2009

NO MONEY NO PARTY:-))

Miei cari amici vicini e lontani, oggi sono un pò amareggiata,.:-( venerdì al mercato mi hanno rubato il portafoglio con documenti ecc., sono rimasta senza parole, me ne sono accorta al momento di pagare, avevo la borsetta aperta da poco, pazienza!!Però devo dire che in questo momento di rabbia e sconcerto mi è successo un episodio che sicuramente vi farà tenerezza: Mhoamed uno dei commessi, continuava a riempirmi il carrello con borse di frutta e verdura, ad un certo punto gli ho detto che le ultime due non erano mie, lui, candidamente mi ha sussurrato..prendi e porta a casa e cucina...Non ero in grado di ribattere, quindi mi sono diretta all'ovile...Quando ho svuotato il carrello ho realizzato che il tesoro di commesso, per confortarmi del furto subito, mi aveva aggiunto 3/4 kg. di verdura extra...E' stato il gesto che mi ha commosso, lui mi aveva visto troppo rammaricata e credetemi non era per i soldi, 80 forse 90 euro,era per i documenti e delle foto a me care, ma ho apprezzato questa sua semplice e spontanea solidarietà e la prossima volta che ci vado gli faccio un regalino ( tanto devo ancora pagare il conto )!!Morale zen: ho dovuto lavare verdure per ore e ore, poi le ho cotte a modo mio, qui allego ricettina e bacetti a tutti voi..

Scarola liscia

Ingredienti:
4kg di scarole
olio evo
olive verdi
capperi,aglio
acciughe,peperoncino
Lessare la verdura, scolarla bene, mettere in un padellone olio aglio, far rosolare un pò, quindi aggiungere la scarola e dopo 10' olive aggiughe e peperoncino, quindi spegnere e servire molto caldo ( ci si può anche condire la pasta ) consiglio penne lisce.
Per l'altra verdura i cosiddetti friarielli napoletani, il procedimento è lo stesso, non vanno aggiunte olive ed acciughe, per la pasta consiglio spaghetti, io li mangio come contorno, ben piccanti, con un buon bicchiere di dolcetto del vinaio di Asti, che oltre ad essere una quercia, ha un figlio bello come il sole e quando mi portano il vino, lui mi bacia la mano:-))Che gran signore e poi dicono che i contadini sono un pò rozzi....(non tutti nè?), sarà perchè ha capito che sono una vecchia signora all'antica? Ebbene, no, lo giuro, non sono una signora, dico un sacco di parolacce, soprattutto al mio cane, che mi fa inciampare, ma lo amo:-))))Un sorriso a tutti voi.
Vi auguro una buona domenica.

sabato 3 gennaio 2009

LE MILLE VERDURE.....:-))) ED UNA NOTTE OSCURA...

Care amiche/ et amichi oggi ho preparato un minestrone e ci ho messo dentro tutte le verdure che avevo nel frigo..sììì, proprio tutte, visto che nei giorni di festa le verdure non tanto ci gustano, ecco a voi, per un sano ririequilibrio un misto di:
cavolfiore
lattuga
cipolla 1
patate 2
pomodori 2
pisellini 2 etti
sedano 2 gambi + un pò di foglie
zucchine 2
tagliare il tutto a pezzettini, cuocere a fuoco lento ( è l'ideale anche quando si vuol far arrabbiare qualcuno) :-) scherzooo
frullare poi aggiungere un pò di cappelletti ed il pranzo è servito!!
Ora non mi resta che..piangere ( per la cipolla nè!!) :-)), vado al mercatino e m'invento qualcosa di sfisioso e leggero.
Un bacio care amiche et amichi..a rivederci presto.
Naturalmente non è niente di eccezionale, ma come ben sapete ne viene fuori per 6/anche 7 persone, per cui....il posto a tavola c'è sempre in più :-))