Follow by Email

domenica 26 aprile 2009

RISOTTO CON AVANZI :-) + SUGHERI



Aprire il frigo in una giornata di pioggia noiosa, proprio come oggi, sbirciare cosa è rimasto da eliminare perchè vecchiotto e procedere:
ingredienti:
riso, olio evo, dado per brodo e se manca qualcosa aggiungetelo voi, please!!
una melanzana spellacchiata ed un pò moscia,
3 zucchini che appena si apre il frigo rotolano fuori :-)
un cipollotto fresco,ma implorante :-)
un pò di parmigiano grattugiato,
un pò di scamorza, mozzarella (quasi esaurite) visto la degenza :-)
2 uova, che scadono tra qualche giorno.
Procedimento
tagliare a dadini le melanzane e gli zucchini,
riporle in una pentola alta per contenere riso ed ingredienti x 4 persone..
aggiungere il cipollotto a tocchetti e far rosolare con olio una decina di minuti,
far bollire l'acqua con dado biologico,
aggiungerne un mestolino e far amalgamare,
versare 6 tazzine colme di riso,
cuocere avendo l'accortezza di aggiungere il brodo caldo,
a fine cottura aggiungere i formaggi tagliati a dadini
e le uova sbattute con parmigiano,
se necessario salare
versare nei piatti con un'aggiunta di peperoncino rosso pugliese..

12 commenti:

marcella candido cianchetti ha detto...

ma che buon e gustoso assemblaggio! le ricette svuota frigo vengono sempre sapide evidentemente fanno scattare la nostra fantasia ciao

Gabry in blog Belella ha detto...

E meno male che era il risotto degli avanzi...ahahahah!!! adoro i risotti...

Un abbraccio grande cuoca!

ANNA ha detto...

a parte i tappi di sughero... sembra davvero ottimo! E poi i risotti io li adoro! :))

Pietro ha detto...

Riri, il risotto è uno dei miei piatti preferiti; mi piace al dente: 10 minuti di cottura al massimo! :-)

Pietro ha detto...

Riri, forse si può pensare a un po' di sole per domani...
Buona serata!

pierangela ha detto...

ciao riri, ci sono un po incasinata ma ci sono
un bacio

Pietro ha detto...

Buon 1° maggio, Riri!
(Le foto del mio post le ho fatte in Val di Susa, ma ovviamente rappresenta una veduta di colline e montagne che potrebbe essere ovunque!)

Luigina ha detto...

Allegra e simpatica come te la descrizione di questo piatto. Saraà anche sicuramente buono come tutte le ricette che scatenano la fantasia.
Che fame!

Caterina ha detto...

Cara Riri,
anch'io ho fame.Mi sembra simpatico il tuo risotto. C'é ne ancora? (scusami se ho degli sbagli grammaticali)
Bacini:
Kati

Caterina ha detto...

Ciao Riri,
la cucina italiana mi piace molto eccetto i frutti di mare ed alcune coniglie). La cittá di Torino ,non la conosco.Lo so che lí é morto un grande personaggio della storia ungherese:Luigi Kossuth ("Il Garibaldi ungherese"). Due volte sono stata a Genova andando ad Arenzano, cittá gemella di Tata (una cittadina di qui vicino).Sono grande amiratrice d'Italia e degli italiani.
Bacini:
Kati

riri ha detto...

Ciao a tutte/i, vi mando un caloroso saluto ed un grazie per i vostri spassosi commenti..a presto..

Ciao Kati, intanto ti ringrazio per quello che mi dici e mi fa molto piacere conversare con te che sei più lontana delle altre amiche ed amici..Torino è bella, io vivo qui da quasi 40 anni, ogni volta m'incanto nel guardarla, oltre alla bellezza, al fascino ed alla cultura ci sono dintorni bellissimi, paeselli con laghetti e poi le meravigliose Alpi, anch'io conosco Genova, non sapevo che fosse gemellata con Tata, sai che Tata a Torino significa baby sitter, persona che accudisce i bambini, ma anche gli adulti..è un nomignolo che ho scoperto qui.Bacini anche a te.

Caterina ha detto...

Ciao Riri,
É interessante quello che scrivi della parola Tata :)
Non Genova ma Arenzano é la cittá gemella di Tata:). Arenzano si trova a circa 30-40 chilometri da Genova. Cosí andando verso Arenzano abbiamo dovuto sempre attraversare Genova.
Io insegno in una scuola media superiore. Lavoro anche nel pomeriggio fino a sera (ma non ogni giorno per fortuna) perché do lezioni anche per gli adulti che frequentano il corso serale del liceo. Sul mio blog "eccomi" puoi vedere la mia classe degli adulti. La parola "mia " significa che oltre che gli insegnavo la storia dovevo fare tutti i lavori amministrativi per loro.Parlo nel passato perché da noi in questa settimana si sono cominciati gli esami di maturitá (loro stannno finendo gli studi).
Bacini:
Kati